giovedì 30 ottobre 2014

consigli di make up (parte 2)

Buona sera come promesso eccomi qua perpararvi dellaseconda parte dei consigli di makeup partiamo con un fondotinta.

FONDOTINTA

Il fondotinta è uno dei prodotti fondamentali per ottenere un trucco perfetto Ed è fondamentale saper scegliere quello giusto!
esistono 4 tipi di fondotinta 

– fondotinta fluido: è sicuramente il più diffuso in commercio ed è confezionato in tubetto o in boccetta di vetro o plastica. Ha una texture leggera e la coprenza può variare da discreta a buona. Sicuramente tra le tipologie di fondotinta è quello più versatile perché in base alla sua formulazione, più o meno idratante, può essere adatto per pelli secche, normali o grasse. Si applica con una spugnetta in lattice di forma triangolare o con l’apposito pennello da fondotinta in setole sintetiche.
– fondotinta compatto in crema:  ha una consistenza cremosa che garantisce una coprenza maggiore rispetto a qualsiasi altro tipo di fondotinta ed è quindi più adatto in caso di evidenti discromie della pelle. Si presenta in cialda, vasetto o stick ed ha solitamente una formulazione a base lipidica (grassa) quindi non particolarmente adatta in caso di pelle grassa o con eccesso di sebo. Si applica con una spugnetta in lattice di forma triangolare o con l’apposito pennello da fondotinta in setole sintetiche.
– fondotinta compatto in polvere (o pancake): è composto da pigmenti in polvere pressati e si presenta in cialda. Può essere usato in 2 modi:
da asciutto: viene applicato con un piumino o con un maxi-pennello a setole morbide ed ha una coprenza piuttosto leggera.
da bagnato: si applica con una spugnetta naturale leggermente inumidita ed ha una coprenza maggiore rispetto all’applicazione asciutta.
– fondotinta minerale: è l’ultimo ritrovato nel campo dei fondotinta ed è già diventato molto diffuso in quanto, essendo composto esclusivamente da polveri naturali finissime, ha il vantaggio di non occludere i pori e creare un effetto molto naturale. La coprenza è piuttostoleggera e, come il pancake, non è particolarmente indicato nel caso di pelle secca. Si applica con un apposito pennello chiamato kabuki a setole morbide e molto fitte che possono essere anche inumidite per una coprenza maggiore.
Il fondotinta serve solo ed esclusivamente a far apparire l’incarnato più uniforme possibile. E per ottenere tale risultato dobbiamo fare in modo che non vi siano stacchi di colore tra il viso e il collo, dobbiamo dare l’impressione che non indossiamo il fondotinta ma che quella sia la nostra pelle
CONSIGLIO: quando acquistiamo un fondotinta, per testarne il colore dobbiamo applicarne una piccola quantità nella zona tra la mascella e il collo e sfumare picchiettando con il polpastrello. Se il colore si fonderà perfettamente con la pelle abbiamo trovato quello giusto, se invece continueremo a vedere la “macchia” dovremo cambiare tonalità.

Consigli di Make Up
Per applicare il fondotinta assicuratevi che le vostre mani e l'applicatore siano perfettamente puliti.
Il miglior modo per applicarlo è partire dal centro del volto e procedere prima picchiettando le gote e la fronte e poi sfumando verso l'esterno.
Consiglio anche di stendere un leggero velo di fondotinta sulle palpebre e sulle labbra, in modo da preparare la base per l'applicazione del rossetto e dell'ombretto.


Potrebbe interessarti:http://www.my-personaltrainer.it/bellezza/consigli-make-up.html


Potrebbe interessarti:http://www.my-personaltrainer.it/bellezza/consigli-make-up.html

L’illuminante: 

Per ottenere un aspetto radioso e una pelle fresca e luminosa non può mancare nella nostra make up routine un tocco di illuminante sul viso. inoltre fa risaltare i nostri lineamenti migliorandoli notevolmente. 
esistono un’infinità di illuminanti e, a seconda della tipologia, l’effetto che otterremo sarà diverso.

esiste l'effetto Finish: sono quelli che possono avere diversi  effetti sulla pelle. Abbiamo gli illuminanti opachi oppure brillanti.

L’illuminante opaco, senza particelle riflettenti, (consigliato per trucco sposa)
è molto elegante ed è perfetto per creare correzioni invisibili. L’illuminante opaco va a schiarire la zona in cui lo applicate 

L’illuminante brillante invece riflette la luce quindi creerà dei bagliori più o meno luminosi sulla zona in cui lo andrete ad applicare. Regala sicuramente un bellissimo effetto di pelle sana ed idratata

 Gli illuminanti, sia opachi che brillanti, possono essere in polvere o in crema
Gli illuminanti in crema invece risultando  più naturali,  formano quasi un tutt’uno con il viso, però .tendono a durare un po’ meno

Gli illuminanti in polvere hanno un effetto più artificiale sulla pelle, appunto perché più “polveroso”. ma una durata più elevata.


le zone del viso da mettere più in risalto sono lo zigomo, l’arcata sopraccigliare e l’arco di cupido. Se poi avete anche un naso e un mento piccolini potete aggiungere un tocco di illuminante anche in quelle zone.

Correttore 
Consigli di Make UpÈ facile intanto che nel contorno occhi tenda ad asciugarsi e screpolarsi. Il rimedio consiste nel passare prima della crema apposita per il contorno occhi, comune in ogni profumeria. Il correttore va usato in piccole, minime quantità, idealmente opacizzante. In linea generale, per evitare che il correttore evidenzi un problema estetico anzichè smussarlo, applicate prima un leggero strato di crema idratante, poi il correttore, lasciate asciugare e con una velina tamponate gli eccessi. Cos'altro suggerire? Ah sì, per rendere più resistente il fissaggio, passateci sopra un leggero velo di cipria fine. Se con il passare delle ore le zone con l'applicazione del correttore si seccano e squamano, rimediate picchiettando con un poco di crema idratante.

Blogger templates